venerdì 3 dicembre 2010

No ai Bulgari a Bulgarnò

riceviamo e volentieri pubblichiamo (anche questo è vero, giuro)


Bulgarnò, l’ emergenza continua.


Servono interventi concreti.



La massiccia presenza di stranieri (in particolar modo di bulgari) nella frazione di Bulgarnò , continua a rappresentare un'allarmante problematica per il Quartiere Al Mare.

I cittadini vivono in una realtà messa fortemente alla prova dalla chiusura della scuola , l'assenza di negozi, il mancato sviluppo residenziale e la carenza di servizi basilari come il regolare trasporto pubblico. Tutto ciò è aggravato da una risposta poco decisa e inconcreta degli organi competenti in merito all'irruzione, che dura da anni , di stranieri poco disciplinati. L'interesse della collettività è stato troppo spesso accantonato a favore dell'interesse dei singoli,ciò ha portato a respirare un'aria di micro-conflittualità , timore sociale e silenzio che si tramuterà ben presto in etnofobia se chi di competenza non affronterà la situazione in maniera differente da come è stata affrontata fin ora. Risulta necessaria un'azione congiunta fra Usl , ispettorato del lavoro , Carabinieri , Sindacato e un approfondito interesse da parte dell'amministrazione comunale per combattere una realtà nella quale si parla di risse , alcool, droga e insediamenti abusivi. L' esigenza di ridurre i disagi sociali presenti a Bulgarnò è ben lontana dal concetto di razzismo e dalla volontà di escludere o allontanare cittadini comunitari , ma è correlata al concetto di integrazione ossia l 'insieme dei processi sociali e culturali che rendono l'individuo membro di una società. A tal proposito mi chiedo come possa essere possibile un processo di integrazione in un contesto di insicurezza , delinquenza e microcriminalità. Per rispondere ad un così moderno ed evoluto obiettivo ci devono essere delle solide fondamenta di rispetto della legge , conoscenza di diritti e doveri.

Chiedo che vengano finalmente effettuati i dovuti controlli e stabiliti i conseguenti provvedimenti.



Martina Fiori-Pdl

Vicepresidente Quartiere Al Mare.

3 commenti:

davide menghi ha detto...

Comunque, anche 'sti bulgari... cazzarola, vanno proprio a piazzarsi in un posto che si chiama come si chiama!!!! :)))))

Aemilius ha detto...

Lo dice la parola stessa!

Anonimo ha detto...

Gennaio 2011........è sono gia arrivati !!!