venerdì 5 giugno 2009

Interrogativi



Di questa campagna elettorale mi rimarranno alcuni cruciali interrogativi: ma chi è Motti? perché si danna tanto l'anima? E, soprattutto, chi si lascerà convincere a votarlo solo per aver visto in ogni dove il suo immondo faccione?

5 commenti:

Rossella ha detto...

Me lo sono chiesta anche io un milione di volte!E' da marzo che ovunque ti giri trovi il suo faccione sorridente...

Anonimo ha detto...

Già, a marzo quando non c'era nessun cartellone Forlì era piena del suo faccione senza nessun simbolo ... "ma chi sarà?" tutti si chiedevano..
Da qualche tempo difianco al suo faccione è comparso il simbolo dell'UDC ... toh, ma che strano! chissà cos'è successo! :)

Alessandro Ronchi ha detto...

E' osceno che chi ha i soldi per pagare le multe si disinteressi completamente delle regole. Questo significa che alla fine non tutti hanno pari diritti e pari visibilità nella candidatura.

Spero che la gente se ne sia accorta ed il gesto di affiggere manifesti abusivi costi più voti di quelli che porta.

Motti non è il solo, basta pensare che per ogni serie di plance c'è un solo spazio verticale per lista, più quelli dei fiancheggiatori. Qualche giorno prima dell'assegnazione degli spazi c'erano già manifesti della Lega affissi.

Anche oggi chi occupa più di uno spazio nella stessa categoria (comunali, provinciali, europee, circoscrizionali) con ogni probabilità sta occupando spazi di altri.

Alla faccia della legalità che viene tanto sbandierata, l'abusivismo elettorale è un bel manifesto per diverse forze politiche.

fantrucchi ha detto...

Ho visto da qualche parte su Facebook che Motti è il primo candidato politico della storia Italiana che fa della musica rap, ma non ho voluto approfondire perchè non me ne frega nulla :)

davide menghi ha detto...

per me è uno scherzo... non esiste nessun Motti; lo fanno per vedere quante preferenze prende ;)