domenica 11 gennaio 2009

La temibile minaccia islamica su Forlì

Da una parte c'erano i devoti dello shopping, dall'altra quelli di Allah. Non è un incipit ad effetto, di quelli che potrebbe fare un noto quotidiano locale difensore dei valori dell'Occidente (il primo dei quali è ovviamente un bel paio di poppe extralarge pubblicate ogni giorno in terza pagina). E' il quadretto, giuro, che ho visto ieri pomeriggio in piazza Saffi a Forlì. 'Allah akbar' gridavano qualche decina di giovani nordafricani (presumo, non è razzismo, magari c'era anche qualche svedese) in testa al corteo contro i bombardamenti israeliani su Gaza. I coretti non hanno destato grande scalpore, anche se il succitato quotidiano (che, diciamolo subito, non è quello che mi paga lo stipendio e ha il nome di un simpatico cagnolino) s'è inventato una manifestazione offensiva contro Israele. Vabbé si gridava 'Bush e Olmert assassini' ma francamente mi pare il minimo.
Anzi, ritornando alle invocazioni religiose e alla forte presenza di immigrati in una manifestazione di qualche centinaio di persone, la meraviglia vera - con l'aria che tira - è il tono tutto sommato politically correct dell'evento. Sugli striscioni si chiedevano pace e libertà per Israele e Palestina e il documento degli organizzatori - letto al termine della sfilata in piazza - ha condannato chiaramente il lancio di razzi su Israele e la politica di Hamas. I presunti tifosi di Bin Ladin non hanno fiatato. E poi nessuno si è chinato a pregare sulla scalinata di San Mercuriale. Niente bandiere israeliane bruciate. Nessun assalto all'ambasciata (anche perché qui c'è solo l'immaginifico consolato della Slovacchia...). Insomma anche il pericolo islamico forlivese pare piuttosto loffio. Si sono integrati perfettamente nella realtà locale. La Voce (ops, mi è scappato) dovrà farsene una ragione.

4 commenti:

Anonimo ha detto...

voglio miss carlino anche in inverno. quelle son poppe vere mica quelle de la voce

echesi ha detto...

Giusto, quelli sì che sono valori forti da difendere!

federicobalestra ha detto...

La fiaccolata è andata benissimo, molto meglio di come pensavo (avevo paura che alla fine saremmo stati 4 gatti, invece c'era la folla).
La voce, beh è la voce. Ogni tanto è una lettura divertente. Il problema è che utilizzando in questo modo la stampa si crea solo un'allarme completamente inesistente.
E le vecchiette ci credono...

older ha detto...

w le vecchiette!!! :)